22 APRILE 2021 IMMAGINE E TESTO NELLA COMMEDIA: LA GIUSTIZIA DI TRAIANO. Dialogo con MONICA CENTANNI

web interne eventi centanni

Dialogo con MONICA CENTANNI

Una delle tensioni che attraversa la Commedia è la relazione tra immagine e parola, tra la vis imaginativa del poeta e l’energia linguistica che preme sul versante dell’espressione. Un esempio è nella serie dei bassorilievi che costeggiano la salita del monte del Purgatorio e, in particolare, nella descrizione e spiegazione del rilievo che rappresenta la Giustizia di Traiano (Purgatorio X, 73-ss.). In quel caso l’esercizio dell’ekphrasis si concentra su una leggenda, sorta da un’errata lettura di un bassorilievo dell’Arco di Costantino che aveva prodotto una ‘fiaba’ medievale, che Dante a sua volta raccoglie, ripietrifica nel dettaglio del fregio che accompagna la salita dei viaggiatori dell’Oltremondo, e, a seguire, ritraduce in forma di parole, dando vita a un vertiginoso cortocircuito poetico tra visione ed espressione.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp