Mercoledì 27 gennaio 2021 ore 20.45 Giornata della memoria

evento visitfeltre x

giornata della memoria

Come è noto il 27 gennaio è il “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

In occasione di questa ricorrenza il comune di Feltre ha invitato il prof. Gabrio Forti, professore ordinario di diritto penale e criminologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, per un intervento online che focalizzerà l’attenzione sulle responsabilità dei giuristi per gli atti di disumanità attraverso l’analisi di alcuni spezzoni del film Vincitori e vinti (Judgment at Nuremberg) di Stanley Kramer.

Il Prof. Gabrio Forti tratterà uno dei processi secondari di Norimberga, quello celebrato tra il 5 marzo e il 4 dicembre 1947 a carico di 16 giuristi tedeschi. I capi d’imputazione riguardarono crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Il professore si soffermerà soprattutto sul coinvolgimento di quattro magistrati tedeschi in sperimentazioni e programmi eugenetici e in particolare tratterà del “caso Feldenstein”. Verranno illustrati alcuni dei risultati di un famoso esperimento di psicologia sociale condotto da Stanley Milgram, replicato con numerose varianti, anche in anni recenti, e analizzato a fondo dal sociologo Zygmunt Bauman in una delle sue opere più significative.

La conferenza sarà trasmessa mercoledì 27 gennaio alle ore 20.45 in diretta streaming sul canale YouTube di VisitFeltre e sul profilo Facebook Visitfeltre.

GABRIO FORTI

Già Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del S.C. di Milano, è professore ordinario di diritto penale e criminologia, Direttore dell’Alta Scuola “Federico Stella” sulla Giustizia Penale e Coordinatore della Scuola di Dottorato in Diritto della stessa università. È autore di numerose pubblicazioni, tra cui Colpa ed evento nel diritto penale (1990), L’immane concretezza. Metamorfosi del crimine e controllo penale (2000). Ha curato, insieme a Claudia Mazzucato e Arianna Visconti, i primi tre volumi della serie Giustizia e letteratura (2012-16), e, con Alessandro Provera: La Grande guerra. Storie e parole di giustizia (2018); Mito e narrazioni della giustizia nel mondo greco (2019); Il viaggio letteratrio della Giustizia, anche con A.Cattaneo (2020): opere pubblicate da Vita e Pensiero, che accolgono i risultati dei cicli didattici ancora in corso dedicati al rapporto tra giustizia e letteratura. Ha recentemente coordinato, insieme a Claudia Mazzucato, Stefania Giavazzi e Arianna Visconti, una ricerca internazionale promossa dalla Commissione europea, dal titolo: Victims And Corporations. Implementation of Directive 2012/29/EU for victims of corporate crimes and corporate violence. È autore, insieme ad A. Provera, del volume Umanità in trincea. Voci di Giustizia da una Grande Guerra senza pace (Vita e Pensiero, 2019) e curatore dell’ebook Le regole e lavita. FDel buon uso di una crisi, tra letteratura e diritto (Vita e Pensiero, 2020), dedicato a varie questioni poste al mondo della cultura e del diritto dalla pandemia di Covid-19. Nel 2018 è stato insignito dall’Ordine degli Avvocati di Milano del Sigillo di San Gerolamo, quale riconoscimento per le numerose attività svolte in ambito di formazione e approfondimento delle tematiche della giustizia. Nel 2019, con il libro La cura delle norme.Oltre la corruzione delle regole e dei saperi ha ricevuto il Premio Internazionale per la Letteratura Spoleto 2019 e il Premio Capri San Michele XXXVI edizione 2019.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp