• Visit Feltre
  • La collezione di vetri d’arte Franzoia-Nasci

La collezione di vetri d'arte Franzoia-Nasci

Nel dicembre 2018 l’architetto feltrino Ferruccio Franzoia ha donato al Comune di Feltre, per l’esposizione nella Galleria Rizzarda, la collezione di vetri d’arte realizzata con la moglie Carla Nasci. Si tratta di 738 pezzi di grande raffinatezza che comprendono, tra le altre, creazioni di Vittorio Zecchin, Giuseppe Borovier, Napoleone Martinuzzi, Tommaso Buzzi, Tira Lundgren, Paolo Venini, Massimo Vignelli, Carlo Scarpa, Fulvio Bianconi, Tapio Wirkkala, Toni Zuccheri, Alfredo Barbini, Archimede Seguso, Guido Balsamo Stella, Giovita Vitali e Anzolo Fuga. A breve questa straordinaria testimonianza dell’arte vetraria troverà adeguata collocazione nelle tre grandi sale all’ultimo piano della Galleria Rizzarda, mentre la collezione di Liana Bortolon e quella degli artisti feltrini del Novecento saranno spostate rispettivamente nel piano mezzanino e nella sala a piano terra dedicata a Silvio Guarnieri.

L’allestimento, curato dallo stesso Ferruccio Franzoia, seguirà un itinerario “capriccioso”, sulla falsariga delle scelte qualitative e di gusto personale che hanno ispirato la genesi della collezione. La prima sala sarà dedicata all’esposizione della produzione della ditta costituita nel 1921 da Giacomo Cappellin e Paolo Venini, la Vetri Soffiati Muranesi Cappellin Venini & C. Figura centrale è quella di Vittorio Zecchin, primo direttore artistico della ditta. I modelli da lui creati continuarono ad essere prodotti dalle ditte nate dallo scioglimento del sodalizio tra Cappellin e Venini. La produzione della due manifatture, la Maestri Vetrai Muranesi Cappellin & C. e la Vetri Soffiati Muranesi Venini & C., sarà documentata nella seconda sala. Qui saranno esposti oggetti riferibili alla presenza a Murano di Carlo Scarpa che nel 1926 iniziò con Cappellin una collaborazione che durò fino al fallimento della ditta nel 1931. In seguito Carlo Scarpa passò alla Venini dove rimase fino alla cessazione dell’attività per cause belliche nel 1943 e per un breve periodo nel dopoguerra fino al 1947. Oltre alle opere di Scarpa la sala ospiterà esemplari della produzione Venini degli anni tra il 1925 e il 1960 e una miscellanea di prodotti di altre ditte attive in laguna e di altri autori significativi che testimoniano l’alta qualità diffusa che caratterizza la produzione muranese anonima. Il terzo e ultimo settore sarà dedicato ai vetri da mensa. Gran parte dei pezzi in collezione fanno riferimento ai modelli creati da Zecchin negli anni ’20. Saranno documentati esempi di vetri veneziani di età precedente, come un insieme di vetri Luigi XVI in cristallo sfaccettato con decorazioni in oro ed una campionatura di bicchieri storicistici con decoro di smalti policromi o incisi a ruota.  Saranno presenti anche cristalli da tavola di produzione non muranese di gusto Belle Époque e alcuni esempi di cristalleria boema commercializzati a Venezia da La Compagnia Venezia e Murano.    

Un’ampia sala all’ultimo piano della Galleria d’Arte Moderna Carlo Rizzarda, inaugurata l’8 agosto 2009, è stata adibita ad ospitare permanentemente tale collezione.

gallery

Contatti

via Paradiso, 8 – 32032 Feltre (BL)

 

M: museo@comune.feltre.bl.it
Conservatore: t.casagrande@comune.feltre.bl.it
T: 0439 885234/242
F: 0439 885246

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp