Feltre - Città dipinta

Feltre deve l’epiteto di “urbs picta”, città dipinta, alla ricchezza di palazzi dalle facciate superbamente decorate del suo centro storico.

Dopo le distruzioni del 1509-1510 il fervore ricostruttivo, in un più ampio processo di pianificazione e riqualificazione urbana, portò alla rinascita di edifici che univano gusto nordico e influssi lagunari.
Vi espressero la loro creatività, all’interno e all’esterno, artisti quali Lorenzo Luzzo, Pietro de' Marascalchi, Andrea Nasocchio, Giovanni e Marco da Mel.

Percorrendo il centro storico ci si imbatte in una sorta di museo all’aperto nel quale è impossibile non soffermarsi ad ammirare le facciate dei palazzi Crico - Tauro, Salce - Aldovini - Mezzanotte, Cantoni, Muffoni, de Mezzan, Bizzarini, Zucco-Zasio già Persenda e Bellati.

Palazzo Muffoni - Foto Tita Rossi - Agorà Libreria Editrice
 Palazzo Ciro Tauro